×

San Nicola Arcella

San Nicola Arcella

 7 min.

Uno dei primi centri da visitare durante il soggiorno è San Nicola Arcella: paese che condivide le stesse origini con Scalea, deriva infatti dall’antica Laos. Oggi è un borgo con una grande vocazione turistica, specialmente nel periodo estivo, grazie alle sue bellezze paesaggistiche. Dalle magnifiche spiagge di San Nicola è visibile l’imponente Isola di Dino, che si trova di fronte la costa di Praia a Mare, una delle poche isole del territorio calabrese. Immancabile è una visita alla Torre Crawford, un’antica torre di vedetta risalente al XVI secolo, facente parte di un sistema difensivo utilizzato per l’avvistamento dei pirati saraceni. Il suo nome (Crawford), lo deve invece allo scrittore americano Francis Marion Crawford che vi soggiornò tra la fine dell’800 e i primi anni del 900, e proprio nelle mura della costruzione ambientò uno dei suoi celebri racconti horror. Meta, invece, di molti turisti durante il periodo estivo è la spiaggia dell’Arcomagno, una delle località più apprezzate dell’intera Calabria. La spiaggetta, a forma di mezza luna e lunga circa 25 metri, è raggiungibile a nuoto o con un’imbarcazione, ed è delimitata dalla grotta del Saraceno, in cui pare si rifugiassero i Saraceni prima delle loro incursioni sul territorio costiero.

San Nicola Arcella

 7 min.

One of the first towns to visit while staying in Scalea is San Nicola Arcella: country that shares the same origins with Scalea, derives from the ancient Laos. Today it is a village with a great tourist vocation, especially in summer, due to its beautiful scenery. From the magnificent beaches of San Nicola is visible the awesome Dino’s island, located in front of the coast of Praia a Mare, and is one of the few islands of Calabria. You don’t have to miss to visit the Crawford’s Tower, an ancient lookout tower dating from the 16th century, that was a part of a defensive system used for the sighting of the Saracen pirates. His name (Crawford) owes to the American writer Francis Marion Crawford who stayed here in the late 800 and early 900, and right in the walls of the building he set one of his famous horror stories. Instead, the destination of many tourists during the summer is the beach of Arcomagno, one of the most appreciated location of the whole Calabria. The beach, crescent moon shaped and 25 meters long, can be reached by swimming or by boat, and is bounded by the grotta of the Saraceno, where apparently saracens took refuge before their raids on the coastal territory.